LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

sabato, agosto 01, 2009

Bisticci ricreat(T)ivi: ecco il terzo millennio

I Bisticci ricreat(T)ivi hanno finalmente visto la luce a Forlì, nodo storico del Net.Futurismo grazie all'infaticabile lavoro del performer creativo totale Gianluigi Giorgetti.
Il pubblico dei bisticci viene letteralmente frustato: 2-3 temi "scandalosi" proposti e affrontati in modo provocatorio e affidati a relatori elettrici.
Tutto dipende dalla qualità dei relatori-provocatori e dalle competenze e dal carattere del pubblico. Se tutto è al top, siamo alla pura elettricità creativa.
I bisticci ricreat(T)ivi nel giro di pochi mesi diventeranno il ritrovo dei geniali di tutto il mondo. Dove il termine "genio" è inteso in modo assolutamente nuovo: persona che ha la capacità e il coraggio di proporre soluzioni innovative e significative in settori in cui trionfano passatismo e presentismo.
Nella serata di Forlì il primo bisticcio della storia è stato affidato a 2 net.futuristi di vecchia data: chi vi scrive, noto incendiario dentro il web e fuori, e il giovane netfuturista Gianluigi Ballarani, già capace più volte di rivitalizzare gli animi passatisti e presentisti.
Tema generale del loro bisticcio: scuola e formazione anno 2009, temi cari al Net.futurismo.
Due le provocazioni lanciate:
1. Net.Futurismo: La didattica nozionistica e trasmissiva adottata per decenni nelle nostre scuole è la causa principale dell'attuale mancanza di idee da parte di uomini politici, intellettuali, filosofi, artisti, poeti, etc. E' quel tipo di didattica ad aver amplificato il conformismo e la massificazione. Ha inoltre aperto la via al trionfo omologante televisivo.
Sgomento dei partecipanti, che scuotono la testa e non si capacitano: la nozione può essere davvero dannosa? "Certo, se manca la necessaria riflessione sulla nozione e la conseguente rielaborazione". Ma il NetFuturismo su questo è 2-3 decenni avanti. Troppo avanti. Tuttavia diversi occhi manifestano ricezione dei nostri stimoli. Menti si accendono.
2. Net.Futurismo: E' necessario istituire entro pochi anni un insegnamento di comunicazione, nuove tecnologie e nuovi media in tutte le scuole di ogni ordine e grado (almeno 2 ore settimanali). Questo per porre argine all'ignoranza devastante delle vecchie e nuove generazioni in campi che sono oggi di strategica importanza.
Panico. Goffi tentativi di obiettare qualcosa improvvisando. Pochissime voci chiare in mezzo ad un balbettare incerto confuso.
In generale pubblico e relatori-provocatori non net.futuristi ancora molto lontani dalle intuizioni net.futuriste. Nella serata il bisticcio viene frequentemente evitato per cedere ad un vago (e vano) desiderio di parlare liberamente e generalmente dell'aspetto del tema proposto che più piace. Desiderio della chiacchiera da bar o della seduta psicanalitica di gruppo. Difficoltà enorme a concentrarsi sui nodi centrali delle provocazioni. Difficoltà nel comprendere la grande novità delle serate net.futuriste: il bisticcio ricreat(T)ivo.
In conclusione il Net.Futurismo ritiene necessario:
- diffondere al più presto bisticci ricreat(T)ivi in tutta Italia
- trovare provocatori vivi vivissimi e pubblico infiammabile infiammabilissimo
- diffondere novità intuizioni ottimismo energia volontà in un Paese spento avvilito timido pauroso
Antonio Saccoccio

Etichette: , , , , , , , , ,

26 Comments:

At 02 agosto, 2009 01:48, Anonymous Francesco said...

Il Bisticcio Ricreat(T)ivo:
L'arma in più per l'uomo nuovo.

TUTTI CON IL NET.FUTURISMO
=>F

 
At 02 agosto, 2009 15:11, Blogger Stefano Balice said...

il pubblico inizia a sentirsi con le spalle al muro...
chiedere un coinvolgimento attivo riesce ad essere spaventoso per i timidi passapresentisti che amano vegetare passivi...
Peggio per loro! è arrivato il momento in cui questo tipo di pubblico deve sentirsi idiota, e smettere di essere ciò che è!

Ad Futurum!

 
At 02 agosto, 2009 15:39, Blogger ax-e2mr said...

L'ascoltatore con l'esempio Net.futurista /individui dalle straordinarie capacità comunicative/ deve imparare a elaborare ciò che ascolta e subito rispondere con nuove personali proposte!

Questa è la via verso il progresso comunicativo!

 
At 02 agosto, 2009 16:50, Blogger Giulio Morera said...

La grandiosità di questo nuovo mezzo che Net-futurismo ha proposto per la prima volta è tutto nella sua potenza cognitiva: I Bsticci raccolgono il meglio della conferenza tradizionale (un relatore ben informato con proposte nuove) sia delle assemblee e del confronto paritario (pubblico che si può inserire nelle discussioni aggiungendo punto di vista e notizie nuove e spiazzanti)

 
At 02 agosto, 2009 18:34, Blogger Antonio Saccoccio said...

aggiungo che il problema fondamentale resta proprio la difficoltà del pubblico partecipante ad uscire fuori dalle tradizionali contese.
Le proposte del nostro bisticcio su SCUOLA E FORMAZIONE ANNO 2009 sono state volutamente le più audaci e geniali.
Incredibile come la gente si sia sentita subito minacciata da tanta audacia e abbia provato a riportare la discussione sui soliti binari tranquillizzanti: chiacchierata tra amici, libera discussione a tema, etc.
MA I BISTICCI RICREAT(T)IVI NON SONO QUESTO. ;-)

L'ascoltatore, dice bene Marco, deve avere la capacità di rielaborare subito i nuovi spunti proposti dal bisticcio. Non deve riproporre le sue vecchie convinzioni e riportare la discussione sul già noto.

Ho letto nei volti di molti partecipanti il terrore di essere posti di fronte a realtà troppo forti per loro.
Quando mi hanno chiesto di non rispondere, l'impotenza ha raggiunto il culmine. Mai avevo visto una cosa simile. Uno che fa domande, ma non vuole ascoltare la risposta per timore che la domanda sembri troppo sciocca. Ancora sono qui a pensare a cosa può aver reso l'uomo del XXI secolo così timoroso e insicuro.

Altro aspetto fondamentale è quello che cita Giulio: il bisticcio non è un attacco alla conferenza passatista per approdare alla confusione presentista. Il bisticcio prevede una nuova comunicazione in senso netfuturista, in cui non è vero che le differenze sono cancellate. E' vero anzi il contrario.
Annullando le innaturali differenze di partenza tipiche della conferenza passatista, le differenze reali spiccano ancora di più.
Se il relatore non ha validi argomenti, viene contestato e messo a tacere.
Ma se il relatore è un grande, allora il trionfo sarà totale.

BISTICCI NETFUTURISTI OVUNQUE 2009 2010 2011 ....

ad futurum

 
At 02 agosto, 2009 20:57, Blogger Elisabetta Mattia said...

Anto i bisticci diventeranno veramente la nota rivoluzionaria nel campo della comunicazione/discussione. Non chiacchere da bar, ma proposte nuove e incendiarie che puntano a ricreare il mondo. Eppure la gente è spaesata di fronte a tanto ardimento, arroccata nel pensiero sicuro di ciò che già conosce o di cose del tutto vaghe di cui non può sentirsi veramente parte attiva [vd tesi complottistiche :D]
La cosa più sconvolgente è che gran parte dei presenti era restia a raccogliere un punto di vista nuovo e solidissimo tanto da voler impedirti di rispondere alle loro
contestazioni! (Restii a sentir ineccepibilmente bastonati ad ogni ondata i propri appunti. :D )

Bisticci palingenetici!

 
At 03 agosto, 2009 18:00, Blogger Giovanni Getto said...

il bisticcio è arte a tre livelli: il format, l'argomento e la discussione. a chi è venuto al primo bisticcio va riconosciuto che, per curiosità, fiducia o reale comprensione della novità dell'evento, ha intuito l'importanza di parteciparvi cogliendo quindi il valore del primo aspetto artistico. per quel che riguarda la discussione è normale che sia spiazzante, anzi testimonia ancora di più la novità delle modalità comunicative proposte e raccolte con, se vogliamo, qualche temporanea e occasionale deriva.
in definitiva, quando i bisticci ricreattivi saranno una pratica normale, dovremo rendere atto a tutti quelli che, sulla base di difficilissime descrizioni anticipatorie, hanno creduto e reso possibile l'evento e loro, con noi, potranno crogiolarsi al pensiero 'c'ho creduto quando appena era stato pensato'.

 
At 04 agosto, 2009 10:59, Anonymous Marco S. said...

Ciao aedo-titano.
Ho partecipato alla serata dopo aver letto un comunicato stampa su internet. Devo dire che nonostante qualche disturbatore (che non aveva niente di meglio da fare) la serata è stata molto molto interessante.

Soprattutto sui temi affrontati da Antonio Saccoccio e Gianluigi Ballarani, i relatori hanno dato un sacco di idee "geniali" e innovative. Vedere due ragazzi così giovani ma così determinati è davvero uno SPETTACOLO. Soprattutto sono stati in grado di tenere una sala con quasi un centinaio di persone, nonostante lanciassero PROPOSTE FORTI e ben argomentate.

E, è bene ricordarlo, nonostante il pubblico (e questo è un mio modesto parere) non era in grado di recepire culturalmente i messaggi che venivano passati e il senso più profondo dell'evento.

Detto questo, aggiungo: VERAMENTE BRAVI NET.FUTURISTI!!! Vi ho conosciuto per la prima volta in questa serata. Sul web parlano in tanti e sapevo che anche un imbecille può avere una portata di fuoco grandissima.

Il conoscervi di persona, per le vostre idee e per il vostro coraggio, mi ha fatto capire che siete veramente dei grandi!!!

Continuate così, vi seguirò dal sito e dalla vostra rete blog!

Marco S.

 
At 04 agosto, 2009 11:17, Anonymous Gianluigi Ballarani said...

Come immaginavamo e come abbiamo visto durante la serata, è davvero facile che le persone in sala cadano nel tranello della chiacchiera da bar. Peggio. Nella seduta di psicanalisi di gruppo.

L'abitudine a parlare del vago e dell'inutile e, soprattutto, l'incapacità di guardare da altri punti di vista, comporta inevitabilmente queste derive.

Per questo il nostro compito è stato, è e sarà arduo.

Ma l'ottimismo netfuturista, il nostro impeto creativo, le idee innovative e solide, e NOI saremo in grado di rigenerare sempre di più e sempre meglio le anime e le menti delle persone che parteciperanno al bisticcio.

Antonio, è stato bello vedere le facce (di consenso o confusione) delle persone quando lanciavamo le provocazioni del nostro bisticcio: scuola e formazione anno 2009 .

ADF

 
At 04 agosto, 2009 12:39, Blogger Stefano Balice said...

Queste sono pratiche che si devono diffondere nella vita quotidiana.
I Bisticci Ricreat(t)ivi serviranno proprio come nuova modalità di discussione, diversa da quella monodirezionale passatista, diversa da quella sterile presentista.

All'università mi viene spesso da ridere vedendo un professore seduto alla cattedra che blatera a studenti assenti qualcosa a proposito della scuola attiva e della nuova pedagogia...
Se si vuole insegnare un nuovo metodo, il primo passo è metterlo in atto.

 
At 04 agosto, 2009 14:54, Blogger Antonio Saccoccio said...

Infatti credo che starà proprio a noi saper gestire le derive passatiste e presentiste.
E' chiaro che la maggioranza della gente non è abituata a ragionare su prospettive nuove e vuole avere da chi parla delle conferme a ciò che già sa. E' stata abituata da 40anni di televisione (e scuola!) a questo schema tranquillizzante e ha difficoltà a sbarazzarsene.

Però, se avete notato, c'era tra il pubblico qualcuno che già è pronto per essere traghettato verso il NUOVO.

Dobbiamo solo continuare ad operare così perfezionandoci ulteriormente.

Avviso a tutti (e poi ne parleremo nelle nostre sedi private ovviamente): preparate interventi mirati ed esplosivi per i prossimi bisticci ricreattivi romani. Ci sarà sempre spazio almeno per un bisticcio net.futurista. ;)

ad futurum

 
At 04 agosto, 2009 15:44, Anonymous Gianluigi Ballarani said...

In effetti credo che si tratti proprio di questo. Non c'è l'abitudine all'idea nuova. Ci si crogiola nell'idea condivisa e ribadita. La difficoltà è proprio il creare nuovi schemi di pensiero, sovvertire la concezione normale per arrivare in fondo alle situazioni. Al succo inesplorato.

Ho visto fare solo tre nomi. Vorrei citare anche gli altri netfuturisti in sala che hanno contribuito alla creazione e alla ottima riuscita della serata.

Erano presenti i netfuturisti:

Gianluigi Giorgetti
Antonio Saccoccio
Gianluigi Ballarani
Piergiovanni Vitalini
Giulio Morera
Elisabetta Mattia
Paolo Ciccioli

E un grazie anche a chi è rimasto a casa a lavorare per il netfuturismo ;-)

Siamo pronti per il prossimo BISTICCIO!!

ADF

 
At 04 agosto, 2009 17:41, Blogger Paolo Ciccioli said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
At 04 agosto, 2009 17:43, Blogger Paolo Ciccioli said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
At 04 agosto, 2009 17:52, Anonymous Sara said...

serata molto molto interessante, è stato un piacere avervi conosciuti! :)))

come direste voi: al prossimo bisticcio!

Sara

 
At 05 agosto, 2009 13:31, Anonymous liliana c. said...

io non ho ancora capito bene cosa sono i bisticci.......
avete foto dell'evento?

 
At 05 agosto, 2009 14:49, Blogger Giovanni Getto said...

@sara
il piacere è stato tutto nostro. ogni persona conosciuta e con la quale ci si è confrontati il 30 luglio, è stata occasione di confronto, scontro e incontro: al prossimo bisticcio di sicuro. iscriviti intanto al gruppo facebook, se non l'hai ancora fatto.

@liliana,
foto non so, ma a breve pubblicherò un resoconto video su youtube, per cui, magari, tra una settimana prova a cercare bisticci ricreattivi.
nel frattempo puoi dare un'occhiata all'omonimo gruppo su facebook.
a risentirci a presto
giovanni

 
At 05 agosto, 2009 15:06, Anonymous Sara said...

Grazie per l'accoglienza Giovanni... come si fa a iscriversi al gruppo facebook? dove trovo il link?

ps. ho letto solo ora tutti i commenti e ho visto che sono presenti anche Antonio e Gianluigi che ho avuto il piacere di conoscere personalmente l'altra sera.... i miei più vivi complimenti ragazzi! Magari ci fossero più persone in gamba come voi!

Giovanni tu eri l'organizzatore vero?

 
At 05 agosto, 2009 16:17, Blogger Antonio Saccoccio said...

il nostro Gianni fa l'operatore di network anche qui ormai ;)

come dice il buon Paolo: Siamo pronti a bisticciare e far bisticciare in tutta l'Europa!

E quindi propongo per fine 2009-inizio 2010 il primo bisticcio oltre-alpe, dal nostro Klaus-Peter futurgermanico.
che ne pensate?
un bisticcio bilingue per festeggiare il centenario.
mi sembra il minimo!
si potrebbe organizzare durante le vacanze di Natale, quando siamo tutti più liberi. ci state?

adf

 
At 05 agosto, 2009 16:25, Anonymous Sara said...

grazie della risposta Antonio :-)

Gianluigi ho trovato anche il tuo blog esteticamenteassordante e ti ho lasciato un commento.

E questo, spero che mi risponderai! :

http://esteticamenteassordante.wordpress.com/2009/08/04/bisticci-ricreattivi-a-forli-e-la-nuova-frontiera-della-comunicazione/#comment-103

Intanto che aspetto da giovanni il link al gruppo facebook, vi sto aggiungendo su facebook!!

un abbraccio,
sara

 
At 05 agosto, 2009 17:49, Anonymous Gianluigi Ballarani said...

Sara, grazie a te per essere venuta. Ho visto il commento sul mio blog ;-)
E' vero, è stata una vera e propria serata netfuturista! Senza esagerare con i complimenti, siamo stati SOLO NETFUTURISTI!

Antonio, appoggio in pieno il Bisticcio Futur-Germanico con Klaus-Peter! Dicembre è perfetto.

Tra l'atro volevo segnalare il link dell'evento Bisticci RicreAt(t)ivi su Exibart:

http://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=76832

ADF

 
At 05 agosto, 2009 17:54, Anonymous Gianluigi Ballarani said...

Ecco il link cliccabile:

Bisticci RicreAt(t)ivi Forlì - Exibart


Metto anche il link cliccabile al mio post su EsteticamenteAssordante riguardante i bisticci ricreattivi:
Bisticci RicreAt(t)ivi / Bisticci Ricreattivi - EsteticamenteAssordante Blog NetFuturista

ADF

 
At 10 agosto, 2009 19:33, Anonymous Anonimo said...

MA I BISTICCI PREVEDONO ANCHE SCONTRI FISICI COME NELLE VECCHIE SERATE FUTURISTE????????????

JERONIMO

 
At 11 agosto, 2009 01:25, Blogger Antonio Saccoccio said...

Che dirti Jeronimo!
Non è previsto e finora non è successo in nessun evento net.futurista.

Di certo abbiamo idee e parole (spadaparole!) che fanno più male di schiaffi e pugni. E riusciamo in questo modo ad annientare eventuali passapresentisti violenti.

Di sicuro non ci mancano le idee aggressive.

adfuturum

 
At 06 novembre, 2009 05:02, Anonymous Anonimo said...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

 
At 06 novembre, 2009 05:18, Anonymous Anonimo said...

Perche non:)

 

Posta un commento

<< Home