LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

venerdì, febbraio 22, 2008

La sfida al presente

Il Net-Futurismo, fondato sul web da un gruppo di audaci ribelli italiani, è un movimento di rinnovamento globale e radicale della nostra società. Il Net-Futurismo è un movimento Antidogmatico Antiutilitaristico Antiprofessorale Antimuseale, esalta gli slanci ideali e visionari, l'arditezza impavida e la furia generosa e creativa.
Il Net-Futurismo critica e condanna tutti i buonismi quietismi diplomatismi affarismi che avvelenano l'uomo contemporaneo ed esorta tutti a liberarsi da ogni condizionamento servile e risvegliare finalmente il proprio istinto eroico creativo.
Il Net-Futurismo non riconosce realtà azioni idee immobili e immutabili. L'ultima rivoluzione neo-tecnologica, nostra nuova enorme alleata, ci aiuterà a spazzare via rapidamente e definitivamente l'antico Passatismo nostalgico autoritario e l'inerte Presentismo rinunciatario lassista.
E' necessario Rovesciare Ribaltare Rivoluzionare la mentalità corrente.
Abbandoniamo la ricerca del facile e grigio consenso mediatico e inseguiamo tutti i nostri sogni più impossibili!
Opponiamo finalmente al viscido rampatismo dei mediocri la nostra sfida - limpida intrepida sprezzante - al potere e l'eccitante rischio del fischio!
Antonio S.

Etichette: , , , , , , , , , ,

9 Comments:

At 23 febbraio, 2008 15:54, Blogger G.M. said...

Giustissimo Antonio,

"rovesciare ribaltare rivoluzionare la mentalità corrente"

 
At 27 febbraio, 2008 01:40, Anonymous PEJA said...

e quale sarebbe la mentalità corrente?

 
At 28 febbraio, 2008 11:46, Anonymous Eulalia said...

Anch'io non sopporto il rampantismo dei mediocri. D?altro canto, sono i mediocri a dover sgomitare...peccato che a volte finiscano con l'oscurare le persone di valore...

 
At 29 febbraio, 2008 19:07, Blogger Antonio Saccoccio said...

Però, vedi, un viscido e mediocre rampante potrà ottenere visibilità solo presso i mediocri.
Ma quello che conta è l'approvazione di chi non è nè viscido nè mediocre. ;->
E quella possono dimenticarsela.

bentornata Eulalia!

 
At 09 marzo, 2008 15:31, Anonymous Anonimo said...

E cosa fa un "viscido rampante" per essere definito tale? A cosa punta, cosa vuole, come si comporta? La questione mi interessa molto. Grazie Signor Saccoccio per le spiegazioni che vorrà fornirmi. Mario

 
At 09 marzo, 2008 17:33, Blogger Antonio Saccoccio said...

Mario, il viscido rampante è colui che interpreta la vita come una scalata per il raggiungimento dei propri esclusivi interessi. Il viscido rampante sgomita, si affanna, non ha rispetto per gli altri nè stima per se stesso. Opportunista, prevaricatore, utilitarista, menzognero.

Il Netfuturismo propone belle idee per cui morire.
Il viscido rampante propone meschini interessi per cui vivere.

ad futurum

 
At 10 marzo, 2008 19:05, Anonymous Anonimo said...

Ma Antonio, come fai a distinguere nella realtà un viscido da chi non lo è? Mica il viscido porta l'etichetta sulla schiena, e se è viscido, e menzognero, saprà anche dissimulare bene le sue vere intenzioni. Chissà quanti ne frequenti anche tu. Grazie. Mario.

 
At 21 marzo, 2008 18:46, Blogger Antonio Saccoccio said...

Non frequento viscidi, te lo assicuro.
Li ho spazzati via lontano da me da un decennio almeno.

 
At 02 maggio, 2008 01:20, Anonymous Anonimo said...

Premetto che ho letto, apprezzato e condiviso, almeno in gran parte, quanto espresso dai vari manifesti e che trovo spesso difficoltà nel comprendere una realtà statica a senso unico, dominata dalle apparenze, dagli interessi e dagli schemi rigidi. L'impressione ricevuta è che quanto tu riporti nei testi sia in gran parte puro idealismo, incompatibile con il vivere odierno...molte idee mi sembrano prive di fondamenti solidi e "concreti".Dal mio punto di vista, infatti, le rivoluzioni dovrebbero essere rapportate al contesto in cui si sviluppano per poter essere efficaci. Condivido totalmente il tuo voler incitare le persone,i giovani in modo particolare, a prendere in mano con vigore la propria vita, a non essere passivi.
Concludo dicendo che forse non dovresti denigrare e rifiutare tutto cio che è soltanto per il suo modo di essere.

La mia non voleva in alcun modo essere una critica, mi scuso se è stata recepita come tale.

 

Posta un commento

<< Home