LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

mercoledì, gennaio 09, 2008

scuola paleolitica: il peggiore antifuturismo

Molti di voi saranno a conoscenza del fatto che l'attuale Ministro (sic) della Pubblica Istruzione ha deciso che a scuola non ci saranno più sperimentazioni.
E la scuola italiana fa un salto indietro di almeno 30-40 anni.
Il Ministro per i Rapporti con il Paleolitico Inferiore vuole così.

Progredire è forse la più nobile delle aspirazioni umane. I politici in Italia invece ci fanno costantemente regredire.
Poi non venite a chiederci perchè siamo futuristi e netfuturisti.

Comprendere il passato.
Affrontare il presente.
Aggredire il futuro.

Di queste tre cose abbiamo bisogno.
I politici non ne prendono in considerazione neppure una.

Antonio Saccoccio

Etichette: , , , , , ,

4 Comments:

At 10 gennaio, 2008 00:00, Blogger notecellulari di mariaserena said...

Ho insegnato in una maxisperimentazione per più di dieci anni; poi è andata a regime confluendo nel progetto Brocca.
Un Ministro che non crede nella sperimentazione è una malattia per la scuola. La politica non serve ad amministrare l'esistente, ma a progettare il futuro.
Povera scuola: siamo messi malissimo, anzi peggio.
Un Ministro dell'Istruzione che non crede nel futuro, ma si appisola su vecchie scartoffie è una contraddizione in termini.
L'educazione è slancio creativo, è sfida costante verso il nuovo, è confronto con il presente in movimento.
Non è un dispeptico rimescolamnto di cibo vecchio e mal digerito.
Mariaserena

 
At 10 gennaio, 2008 00:26, Blogger notecellulari di mariaserena said...

paleoliticamente parlando...Fioroni è già un reperto...

 
At 10 gennaio, 2008 15:13, Blogger Carlo Gambescia said...

Ciao Antonio e Maria Serena.
Ci sei allora, carissimo! Cominciavo a preoccuparmi.
Ottimo intervento.
Saluti netfuturisti,
Carlo

 
At 10 gennaio, 2008 15:31, Blogger Antonio Saccoccio said...

cara Serena,
come sai la scuola ha bisogno esattamente del contrario di quello che ci propone il ministro giurassico dell'istruzione.

Sperimentare nuove vie per uscire dalla palude scolastica.

Urge fare qualcosa. E dobbiamo farla noi. Continuiamo a parlarne ancora nella nostra mailinglist. Ci sono alcune cose che stiamo preparando e che non sai ancora ;->

Se solo penso che un secolo fa Papini e Marinetti avevano già tutto chiaro sulla scuola. Perchè non li ha ascoltati nessuno? Perchè? Come abbiamo potuto - mi chiedo - buttare via quel tesoro che ci hanno lasciato con i loro testi?

Fioroni, leggiti Marinetti e Papini! e svegliati!

Ciao Carlo,
ci sono ci sono. Sono operativo in vari campi, per questo qui non mi vedi tanto ;->
www.netfuturismo.it

passo più tardi da te!
ciao e grazie!

 

Posta un commento

<< Home