LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

martedì, novembre 06, 2007

Neofuturisti italiani: l'uomo nuovo e il gruppo

Il successo crescente e ormai inarrestabile del movimento dei neofuturisti italiani rivela una volta di più che nulla è impossibile se ci si dedica davvero con passione e dedizione al raggiugimento di un obiettivo. Per raggiungere obiettivi alti occore grande competenza. Occorre fine intelligenza. Ma se a ciò non si aggiunge la passione, se non si crede davvero profondamente in quello che si sta facendo, allora tutto è vano.
Vi propongo - come amo fare - una citazione di un uomo che fu un grande futurista. Parlo di Giovanni Papini, mente superba, instancabile nel rinnovare e rinnovarsi.
Amici neofuturisti, per le nostre battaglie, individuali e comuni, presenti e soprattutto future, teniamo sempre a mente queste parole di Papini (tratte da Diventar genio, 1912):
"Chiunque, purché sappia chiaramente cosa vuol divenire e non perda un solo secondo della sua vita, può issarsi al livello di coloro che dettano le leggi alle cose e che creano vite più degne"
Nulla è impossibile. E tutto quello che noi stiamo creando è frutto della nostra convinzione, della nostra passione. Ci stiamo miglioriando giorno dopo giorno, e poi unendoci stiamo trovando una forza inimmaginabile solo pochi mesi fa.
Desiderio di crescere individualmente (come voleva Papini), ma anche confronto e sviluppo continuo.
Questo è il netfuturismo.
Antonio S.

Etichette: , , , ,

17 Comments:

At 07 novembre, 2007 00:20, Anonymous Mariaserena said...

la cultura proposta come sfida e crescita, come avanzamento democratico e come risposta al vuoto contemporaneo.
Ce la possiamo fare :-)

 
At 07 novembre, 2007 00:24, Anonymous mariaserena said...

post vivificante!!

 
At 07 novembre, 2007 10:08, Blogger maria said...

Ciao Antonio :)
Come stai?

a presto!

 
At 07 novembre, 2007 17:40, Blogger Antonio Saccoccio said...

@mariaserena, "vivificante" è la parola esatta. Questo era l'obiettivo non troppo nascosto di questo (e in fondo anche di molti altri) post.
sfida e crescita: ce la faremo. ;->

@maria, eccoti di nuovo! tutto bene e tu? ti devo raccontare tante cose! quando ci sarai su skype? non ti vedo mai. a presto!

 
At 09 novembre, 2007 16:03, Anonymous matariele. said...

Sono qui nella veste del solito rompi, anche se il proposito di migliorare singolarmente e collettivamente nello spirito del futurista (e tuo quale animatore primo)mi trova entusiasta, alleato. Il rompi si manifesta nella contrarietà al giudizio che molti hanno manifestato dopo la bravata della Fontana di Trevi all'anilina definandola un'opera d'arte. E qui io chiedo: di quale arte? Quella della pagliacciata, della goliardia, dell'esibizionismo, di dimostrazione del nulla ? Un abbraccio, Gabriele.

 
At 09 novembre, 2007 16:21, Blogger Raistlin said...

Il Neofuturismo si basa sull'attentato (parola inutilizzabile in altro campo tranne che in neofuturismo, e questo è già un suo privilegio)di proclamare guerra e creatività
Ma il problema è fondato sulla consapevolezza del fatto che la guerra di cui si parla è quella che abbiamo oggi..senza espressione, fattucchierata, mutilata (incredibilmente) dalle parole..
ma il neofuturimo se ne è accorto e darà sfogo a questa guerra con la creatività, il secondo portante, la prima guerra di sfogo interiore, la prima guerra a creare, la prima guerra che non uccide.
Il neofuturismo ripiega su coloro che gli hanno attaccato l'aggettivo "neo", perchè lo hanno troncato..in altro modo ora si potrebbe parlare di futurismo se non fossimo stati interrotti.
Falbor Ascanach

 
At 09 novembre, 2007 16:21, Blogger Raistlin said...

Il Neofuturismo si basa sull'attentato (parola inutilizzabile in altro campo tranne che in neofuturismo, e questo è già un suo privilegio)di proclamare guerra e creatività
Ma il problema è fondato sulla consapevolezza del fatto che la guerra di cui si parla è quella che abbiamo oggi..senza espressione, fattucchierata, mutilata (incredibilmente) dalle parole..
ma il neofuturimo se ne è accorto e darà sfogo a questa guerra con la creatività, il secondo portante, la prima guerra di sfogo interiore, la prima guerra a creare, la prima guerra che non uccide.
Il neofuturismo ripiega su coloro che gli hanno attaccato l'aggettivo "neo", perchè lo hanno troncato..in altro modo ora si potrebbe parlare di futurismo se non fossimo stati interrotti.
Falbor Ascanach

 
At 09 novembre, 2007 16:21, Blogger Raistlin said...

E la doppia ripetizione del mio commenyto è data dalla mia velocità di esecuzione..
perdonate l'atto neofuturista.
F.A.
C.F.

 
At 09 novembre, 2007 16:21, Blogger Raistlin said...

E la doppia ripetizione del mio commenyto è data dalla mia velocità di esecuzione..
perdonate l'atto neofuturista.
F.A.
C.F.

 
At 09 novembre, 2007 20:22, Blogger Carlo Gambescia said...

Ciao Antonio,
Mi piace l'espressione netfuturismo.
Allora: un caro saluto netfuturista,
Carlo

 
At 09 novembre, 2007 21:48, Anonymous lovep said...

voglio ringraziare per la frase di Papini che mi aiuta molto nel lavoro immenso che sto portando avanti col massimo impegno.
Vi ammiro molto.. Stamperò questa frase in grafica e colori 2027 d.C. e la appenderò in camera di mio figlio diciassettNe. Non è facile trovare le parole giuste per confortare e incoraggiare ragazzi giusti nel tempo sbagliato.
Un lavoro ben fatto e quasi compiuto, perchè rovinarlo per mancanza di idee nuove? Grazie a Papini, innanzitutto. Estro incompreso, quello di una madre. ^i^ Grazie!
Per la fontana invece, ancora se ne parla? meno male...temevo andasse dimenticata. Non è opera d'arte, ma espressione ( di disgusto, mi pare ovvio..e per il "nulla", ovviamente, matariele)

 
At 11 novembre, 2007 11:12, Blogger Antonio Saccoccio said...

@matariele, grazie. saperti alleato ci conforta non poco.

@raistlin, la tua velocità d'esecuzione mi trova impreparato. 4 commenti alle 16.21?!?! una mitragliata!

@carlo, netfuturismo riscuote molto successo ;-) a presto!

@lovep, la frase di Papini serve a sapere che qualcuno ci ha preceduto, che in quest'Italia molle e rassegnata c'è stato già qualche spirito autenticamente audace. Papini fu uno di questi. Continua a seguirci.

 
At 13 novembre, 2007 16:38, Anonymous Nemo said...

...ed ora dobbiamo solo fare in modo che il Mondo e la nostra dormiente Italia si accorgano di noi! Scandalizziamoli! Le pagine di giornale...i telegiornali...le radio...il web...tutto dovrà parlare di noi.
Muoviamoci!!!

 
At 13 novembre, 2007 19:37, Anonymous metafisico said...

Papini è il mio scrittore preferito perchè dice sempre grandi perle, cose che forse non pochi pensano ma pochissimi dicono.
L'auto-coscienza di voler raggiungere un obbiettivo è una delle
cose più importanti che possono innalzare un uomo

 
At 13 novembre, 2007 20:46, Blogger Antonio Saccoccio said...

caro Nemo, il Mondo sarà sempre più neofuturista.
Sono le nostre idee che trionferanno.

meta, sai che condivido con te la passione per Papini. E' uno di quegli autori che non si può non aver letto. Lo proporremo sicuramente nel canone degli autori padri del neofuturismo.

ad futurum

 
At 14 novembre, 2007 19:28, Anonymous Chiara said...

Condivido pienamente l'importanza della passione e aggiungo anche quella del rispetto.
Competenza, intelligenza, rispetto e passione. Un bel mix di arrivare a destinazione :o)
Chiara

 
At 15 novembre, 2007 00:28, Blogger Antonio Saccoccio said...

Perfetto, Chiara. Ti sento energica e convinta al punto giusto. Inizia anche tu a trasmettere il tuo entusiasmo agli altri. Dovrà essere un contagio.
Coraggio!

 

Posta un commento

<< Home