LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

venerdì, ottobre 19, 2007

La fontana di Trevi rossa non è opera nostra

IL MOVIMENTO NETFUTURISTA

DICHIARA

LA PROPRIA ESTRANEITA' ALLA VICENDA CHE HA PORTATO
ALLA COLORAZIONE
DELLE ACQUE DELLA FONTANA DI TREVI






RESTA COMUNQUE FERMA
LA CONDANNA
PER UNA CITTA' CHE IMPUTRIDISCE
TRA MASSE ISTUPIDITE DI TURISTI
COLLEZIONISTI DI COLOSSEI DA TAVOLO
ANTIQUARI E RIGATTIERI
NOTTI BIANCHE E FESTIVAL DELLO SPRECO
UNA CITTA' SEPOLTA NEL PASSATO
E ORFANA DEL FUTURO
---

Etichette: , , , , , , , ,

47 Comments:

At 19 ottobre, 2007 22:30, Blogger Carlo Gambescia said...

Ciao Antonio,
Eccomi. Però eh...
Saluti neofuturisti,
Carlo

 
At 19 ottobre, 2007 22:40, Blogger Antonio Saccoccio said...

Carlo, non ti sento convinto.
sei per la fontana colorata eh? ;->
e soprattutto per il volantino.
se ti conosco un po'! eheheh
ma non l'abbiamo colorata noi! davvero!
sai bene che noi operiamo prevalentemente sul web e con altre modalità.
ad futurum

 
At 20 ottobre, 2007 09:51, Blogger Notte Nella Laguna said...

Non lo avrete fatto voi, ma sicuramente è un gesto Futurista!

Luca Cavallo

 
At 20 ottobre, 2007 14:00, Blogger Alessandro Consalvi said...

Salve, mi chiamo Alessandro

 
At 20 ottobre, 2007 14:02, Blogger Alessandro Consalvi said...

Salve, mi chiamo Alessandro, e sono un giornalista in erba. Vorrei tanto riuscire a rintracciare l'autore della tintura della fontana di Trevi per un'intervista, ovviamente anonima, e da mettere sul mio blog. Ne guadagnerebbe lui, e ne guadagnerei io. Mi saprebbe indirizzare da qualche parte? La ringrazio!

 
At 20 ottobre, 2007 14:42, Anonymous cquattro said...

Gesto futurista o no comunque il risultato è GENIALE, bravo, bravissimo l'autore, mi auguro sia l'inizio di un movimento di colorazione di fontane in giro per l'Italia. Immaginatevi le fontane colorate con i colori della pace!

 
At 20 ottobre, 2007 15:23, Anonymous metafisico said...

come neofuturista non mi sento di negare un'affinità nel gesto provocatorio.
il danno non c'è stato, quindi ben venga una simile azione!

 
At 20 ottobre, 2007 15:36, Blogger Antonio Saccoccio said...

cari amici,
abbiamo detto per chiarezza e onestà di non essere stati noi, perchè i contatori dei nostri blog e siti sono da ieri impazziti e i visitatori meritavano una risposta.

Non siamo stati noi.
Noi stiamo compiendo gesti già più coraggiosi e duraturi di questo. Non lasciatevi ingannare ancora una volta dalla visibilità degli strapassatisti old media.
Tra una settimana di questo gesto non si parlerà già più.
Il nostro neofuturismo non è il gesto estemporaneo di una giornata.
Il nostro neofuturismo è un pensiero articolato che si costruisce giorno per giorno grazie ai nostri GSPPN.

Qui sul web c'è già un mondo che profuma di neofuturismo.

Il futurismo è stato.
Il neofuturismo è.

AD FUTURUM

 
At 20 ottobre, 2007 20:19, Anonymous Anonimo said...

secondo me avete poco da fare nella vostra vita... trovatevi un obiettivo nella vita

 
At 20 ottobre, 2007 20:20, Anonymous Anonimo said...

non avete proprio niente da fare?! andate a lavorare pelandrun!!!!!!

 
At 20 ottobre, 2007 22:51, Anonymous metafisico said...

mi dissocio dal dissociamento.
non si sa ancora chi sia lo sconosciuto autore del gesto.
e se poi dicesse di simpatizzare e conoscere il neofuturismo??
in ogni caso questo è stato un gesto innocuo, una goliardata, non si tratta certo del danneggiamento ricercato di una statua come è stato per il Biancone.
fare i maestrini schizzinosi su questi gesti è come dire che il neofuturismo sarebbe alla frutta.
e i futuristi allora che si facevano le zuffe tra di loro?
ernao da internare come criminali?
e non dimentichiamoci che nel messaggio ha sferzato pesantemente Water Veltroni...
ben venga dunque questo gesto.

 
At 20 ottobre, 2007 23:10, Anonymous power2 said...

grande blog, grandi idee.
non vi conoscevo!
a prestissimo

 
At 20 ottobre, 2007 23:46, Anonymous Mariaserena said...

Maleducazione, Bullismo, Goliardia, Teppismo, Ignoranza... potremmo continuare ad elencare parole senza trovare una soluzione.
Classificare e definire un atteggiamento non conformista è diventato difficile perchè siamo immersi nel conformismo e nell'ovvietà più mediocri.

La colorazione della Fontana di Trevi, ad esempio, non è certamente un atto da incoraggiare e tantomeno da approvare.
Non si imbrattano i monumenti e non si danneggiano le opere artistiche.
Questo è un punto fermo.
Ma nemmeno si dovrebbero avvelenare le persone con i coloranti che ingurgitiamo tutti i giorni, non si dovrebbero costruire giocattoli pericolosamente colorati, non si dovrebbero mandare soldati in zona di operazione a contatto non protetto con materiali radioattivi e così via. Gli esempi sono infiniti.
E' necessario riappropriarci di una cultura dinamica e attiva che sia in grado di sottoporre a verifica e critica le affermazioni proclamate con tanta sicurezza, ma in realtà anestetizzanti e mediocri.
Ed è necessario distinguere disobbedienza, trasgressione e indisciplina da volgarità, delinquenza e teppismo.
Un atto distruttivo è violenza delinquente; un atto trasgressivo contiene una dose di fantasia provocatrice che va presa in considerazione.
Propongo una riflessione: un atto clamoroso suscita sensazione, ma essendo reversibile non è necessariamente un delitto; mentre un quieto e sotterraneo stilicidio contro la salute fisica e mentale è omicidio: che piaccia o no. Ed è quindi infinitamente più grave.
Caravaggio dipingeva prostitute; Leonardo sezionava cadaveri: qualcuno si deve sporcare le mani con la materia umana e non per trarne le figure del sublime. Tutto il resto è idiota bon ton.

 
At 21 ottobre, 2007 00:16, Anonymous artlife said...

Mi aspettavo di trovare dei perditempo ignorantelli.
Mi devo ricredere.
Avete parecchie idee e moderne, non potete essere stati voi.
auguri

 
At 21 ottobre, 2007 09:24, Blogger futurlaikost said...

antonio, mariaserena...
inutile dire che sono totalmente d'accordo con voi sulla condanna senza mezzi termini del gesto ignobile...
il problema risiede, come sempre, nell'ignoranza dilagante...
ed ecco che sedicenti neofuturisti (presenti anche su questo blog e, ahimè, scriventi...idiozie sì, ma scriventi!!!!), riescono non tanto a confondere quanto a ignorare quali siano i principi ispiratori di un movimento volto non alla condanna del passato ma alla condanna della deificazione del passato e della mitizzazione...
come tempo fa bacchettavo, e bacchetto e bacchetterò imbecilli scriventi idiozie (appunto) che fraintendendo il senso della trasgressione (o non conoscendolo), serenamente scadevano nella distruzione allo stesso modo oggi accuso di imbecillità e di volgarità inutile non solo chi ha colorato di rosso l'acqua della fontana di trevi ma anche chi più o meno supinamente accoglie tale gesto. siete degli ignoranti e imbecilli|
certo la fontana di trevi arrossata ha portato nuovi curiosi a cercarci e forse altri nuovi imbecilli a controllarci...ma è chiaro che è un atto timido e pavido di un ignorante... non è più intelligente sgomitare contro 10000 giapponesini che ignorantemente sostano per il quarto d'ora loro assegnato per stare davanti alla gioconda? non è più intelligente imporsi davanti a sedicenti cultori del passato e cultori dell'arte che ti propongono una sosta nella camera iperbarica prima di portarti, trascinarti, rimbecillirti di inutili parole (pronunciate spesso da un ancor più sedicente ragazzetto che ti racconta le idiozie più improbabili) davanti al cenacolo vinciano, anzicchè lasciarti li' da solo a gustartelo, decidere di vomitarci sopra o di ricordarlo per sempre?
ma non si fa questo, perchè significherebbe impegnarsi in prima persona e dire nome e cognome e andare contro la subcultura dilagante...
meglio buttare dell'anilina nella fontana di trevi e scappare? fraintendimento inutile... e ancor più inutile appoggio da parte di imbecilli .. imbecilli che scrivono anche qui purtroppo

allora antonio, mariaserena... non rispondete (non rispondiamo) più
...
ad futurum
:)

 
At 21 ottobre, 2007 12:11, Anonymous metafisico said...

è stata una goliardata innocua, nè più ne meno.
non è da sopravvalutare nè da disprezzare o condannare come enfaticamente hanno fatto Veltroni, Rutelli e compagnia di maestrini...

 
At 21 ottobre, 2007 12:21, Anonymous metafisico said...

Antonio ho notato che in qualche sito c'è qualcuno che ti plagia senza citare la fonte:


http://blog.libero.it/irrmestre/view.php?reset=1&id=irrmestre

 
At 21 ottobre, 2007 12:37, Anonymous lucas66 said...

Sono d'accordo con la linea del vostro movimento.
Più cultura, meno piazzate in strada.
bravo

lucas66

 
At 21 ottobre, 2007 12:38, Blogger Antonio Saccoccio said...

ciao a tutti.
scusate ma ho decine di email a cui rispondere in privato.

ricordo a tutti che chiunque voglia interessarsi o unirsi al movimento può scrivere a:

info@neofuturismo.it

creatori di tutto il mondo, unitevi a noi.

meta, grazie della segnalazione. ho già provveduto.

 
At 21 ottobre, 2007 16:11, Blogger Gigi Massi said...

per un attimo, caro antonio, ho sperato che ci fossi tu dietro a questa vaccata ;-)

 
At 21 ottobre, 2007 16:46, Anonymous lucia said...

non siete stati voi? peccato....

 
At 21 ottobre, 2007 18:48, Anonymous frank said...

A leggere questo blog sembrate degli intellettuali avanguardisti.
Ovvio che non potevate essere voi a buttare vernice.
vi seguirò.

frank

 
At 21 ottobre, 2007 21:06, Anonymous Anonimo said...

Futurlaikost, quindi tu dici che il neofuturismo è un movimento radical chic, sotto sotto borghese, che non si alza dalla sedia?
Il tuo discorso avrebbe avuto un senso se il tizio avesse gettato una bomba nella fontana di trevi, non semplice anilina, che ha avuto un effetto temporaneo.
So che non risponderai.
Certo che Marinetti si mangerebbe il fegato.

Luca

 
At 21 ottobre, 2007 21:23, Anonymous Simona said...

@Luca
L'ignoranza ti fa fantasticare.
Tutti i figli dei futuristi hanno già detto, tra ieri e l'altro ieri, che il gesto della fontana di Trevi non è assolutamente futurista e nulla ha a che fare con il futurismo.
Ti conviene studiare prima di parlare.

 
At 22 ottobre, 2007 02:11, Anonymous mafarka said...

anche le donne che possono dire la loro... il ruggito delle zanzare! Neofuturismo... Netfuturismo bella idea, spada! Peccato che strumenti usati sono vincoli.

 
At 22 ottobre, 2007 07:08, Anonymous settemenosette said...

chiamatemi imbecille ma la fontana e' stata

temporaneamente


viva.

 
At 22 ottobre, 2007 09:50, Blogger Notte Nella Laguna said...

@simona

I figli dei futuristi non sono per forza di cose tali.
E non sai per quale motivo dicono che una fontana rossa non sia futurista.
Hai mai sentito parlare di paraculismo? Oppure, non ti seccherebbe un pò proteggere una persona di una frangia politica scomoda?

E questi figli dei futuristi che hanno da dire su Marinetti che voleva far saltare in aria il Louvre con la sua amante?
Marinetti non è futurista, visto che voleva usare la violenza?

Mah...

...a differenza dei movimenti a cui vi ispirate, vi manca la meccanica dell'azione.

Luca

 
At 22 ottobre, 2007 10:37, Anonymous akcip said...

luca
essere arrestato per una fontana colorata non è un'azione. E' una stronzata.

E non facciamo paragoni osceni col futurismo.
Marinetti era un intellettuale e un uomo di lettere che rivoluzionò il modo di pensare dell'europa intera, non fu un pagliaccio per una giornata.

che poi la fontana sia stata ravvivata da quel gesto è un'altra cosa.

saluti

akcip

 
At 22 ottobre, 2007 13:47, Anonymous Anonimo said...

... Peccato che non siete voi... mi piace la Fontana rossa!

 
At 22 ottobre, 2007 13:51, Anonymous Anonimo said...

però...questo neofuturismo mi intriga.

 
At 22 ottobre, 2007 13:53, Anonymous Anonimo said...

ho sentito di voi ieri sera al tg2.

ora mi leggo un po' il blog. Sembra molto ricco

a presto!!!

 
At 22 ottobre, 2007 16:45, Blogger futurlaikost said...

tranquillo luca ti rispondo semplicemente incitandoti a studiare prima di parlare
saluti

 
At 23 ottobre, 2007 10:51, Blogger Carlo Gambescia said...

Ciao Antonio,
Il mio server (gmail) dà il tuo indirizzo email privato come incompleto.
Carlo

 
At 23 ottobre, 2007 15:13, Blogger silvia said...

Caro Antonio,
appena ho visto la fontana in televisione ammetto di aver pensato a te...ma riflettendoci, ancor prima di giungere sul tuo blog, avevo immaginato che non foste voi gli autori della "colorazione pittoresca" della fontana...bisogna ammettere però che il risultato era alquanto "neofuturista"!!

Un saluto frettoloso,
Silvia!!

ps "chi non muore si rivede"...me lo dico da sola!! ;-)

 
At 24 ottobre, 2007 00:18, Blogger Antonio Saccoccio said...

@futurlaikost
solito stile olimpico ;)

@carlo
comunicazione (ri)stabilita ;->

@Silvia
basta conoscerci un po' per capire al volo certe cose. ;-)
Il post era infatti indirizzato ai visitatori esterni, che non ci conoscevano e al momento hanno avuto dei dubbi.

un caro saluto e a presto!

 
At 24 ottobre, 2007 11:43, Anonymous Anonimo said...

Sono già passato alcuni giorni fa, ma non sono riuscito a far stampare il mio commento. Ora dico, con maggior cognizione, avendo visto le più svariate opinioni, che il solo sospetto che a tingere l'acqua della Fontana di Trevi possa essere stato tu o qualcuno del tuo gruppo, mi da fastidio per il rispetto che ho per te e per il Neo-Futurismo. Secondo il mio più che modesto parere il Movimento deve essere sì di proposte innovative, futuristiche appunto, ma SERIO e di proposte SERIE, senza PAGLIACCIATE, senza SENSAZIONALISMI PRIVI DI SENSO. Questo tu lo sai già senza leggerlo da me, ma penso che te ne debba scrollare, dico del sospetto. Con affetto e stima, Gabriele.

 
At 24 ottobre, 2007 20:45, Blogger Antonio Saccoccio said...

Caro Gabriele,
chiunque abbia un minimo di confidenza con le lettere, la cultura e l'arte non può pensare di creare qualcosa di importante senza un'intelligenza maiuscola e una cultura solidissima.
Le improvvisazioni ci sono in tutti i campi. L'Italia è un paese in cui tutti improvvisano. Abbiamo allenatori di calcio che allenano senza capire nulla di calcio. Abbiamo professori universitari che non hanno mai scritto nulla di importante nell'arco della loro esistenza. Abbiamo giornalisti che parlano delirando. Abbiamo medici da 200 euro a visita che ti ammazzano. Abbiamo scrittori notissimi che non sanno scrivere. Abbiamo attori che sono negati per la recitazione. E l'elenco sarebbe lunghissimo.
E' il paese in cui ognuno si improvvisa un'attività o una competenza. E invece ogni cosa davvero grande si conquista solo con sacrificio, dedizione, passione, serietà e soprattutto grandissima intelligenza.
Il resto è noia.
Io rispetto chiunque usi la propria creatività. Certo, ammetto di ridere e sorridere quando leggo il 95% dei blog. Ma lotterò sempre affinchè quei blog abbiano il diritto di esistere.

In questi giorni sono passati in tantissimi di qui. E' stata una bella immersione nel mondo. Ogni tanto me la concedo, ma presto mi annoio del vociare inutile e mediocre.
Ora è tempo che questo blog torni ad essere il cantiere del neofuturismo. Come è stato dal lontano maggio 2005. E come sarà sempre sino a quando avrò un briciolo di energia per comunicare qualcosa.

ricambio sinceramente la stima e l'affetto

Antonio

 
At 25 ottobre, 2007 09:02, Anonymous matariele said...

Il tuo elenco di incompetenti e impostori potrebbe essere lungo assai. Fermiamoci ai nostri propositi e, forse, potrebbero contribuire a ridurre, almeno di un po', quelle incompetenze, quelle imposture che lamentiamo. Mi associo al tuo Neo-Futurismo con lo spirito che animò quello dell'altro secolo a cui appartengo dai primissimi decenni. Ma solo con lo spirito, ché altro non potrei fare. Grazie per la stima che ricambio affettuosamente, inssieme a quella per la carissima Amica Mariaserena, Gabriele.

 
At 26 ottobre, 2007 01:05, Blogger Antonio Saccoccio said...

Caro Gabriele, grazie del tuo appoggio. Non sai quanto è importante per noi ricevere il tuo apprezzamento. Non dire "solo con lo spirito", perchè lo spirito conta più di mille altre cose. :-)

Per le incompetenze, posso prometterti che combatteremo fino in fondo la nostra battaglia. Purtroppo regna ovunque l'approssimazione e l'improvvisazione. E dove regnano approssimazione e improvvisazione regna l'ignoranza e quindi l'errore.

un carissimo saluto
passo subito sul tuo blog

AD FUTURUM

 
At 26 ottobre, 2007 16:44, Blogger Kuros said...

Ma che è successo? La Ekberg ha avuto le sue cose?

 
At 26 ottobre, 2007 19:28, Anonymous Anonimo said...

... e quindi l'arroganza, l'ambiguità di comodo, la risoluzione adattata, aggiustata, per convenienza di taluno o talaltro dei problemi. E quanto altro nocivo per tutti e comodo per pochi!

Mi hai risolto il problema della cancellazione involontaria degli AMICI cui tengo moltissimo. Ti ringrazio insieme a Mariaserena, Ciao, Gabriele.

 
At 26 ottobre, 2007 21:18, Blogger Antonio Saccoccio said...

@Kuros
s� la Ekberg ha avuto problemi belli grandi!

a proposito, tu che sei un troll serio e rispettabile, cosa avresti da dire per coloro che infangando la tua categoria hanno trolleggiato in modo indecente e indicibile su questo blog per una settimana? ;-)

un saluto!

 
At 26 ottobre, 2007 21:20, Blogger Antonio Saccoccio said...

@Gabriele
grazie a te per i bei commenti. se hai altri problemi chiamami!

Noi saremo SEMPRE contro privilegi, opportunismo, favoritismi e nepotismi di ogni specie.

ciao!

 
At 27 ottobre, 2007 07:53, Blogger Kuros said...

Antò, che hanno fatto stì troll? Ti hanno imbrattato di rosso la homepage?

 
At 27 ottobre, 2007 11:08, Blogger Antonio Saccoccio said...

Magari, Ciro!
Sarebbe un bell'effetto la pagina rossa! da professionisti.
Il problema è che trolleggiano senza capacità nè criterio. Idioteggiando. ;-)
E io li faccio secchi ogni volta. Ormai è diventato il mio sport preferito impallinarli. Mi ci diverto.
Per fare il troll ci vuole uno scopo e una capacità notevole. Come ben sai.
Forse questi dementi non dovrebbero neppure essere chiamati troll. Mah!

 
At 02 novembre, 2007 00:23, Blogger squitto said...

beh, arrivo tardi, ma a me la cosa è piaciuta.
M'immagino una bella panoramica dall'alto con le fontane colorate di rosso, verde, e pure il bianco latte.
Sarà anche una ca**ata, ma non fa danno, costa poco, soddisfa i giapponesi e fa ridere i romani.
Poi quando tutti si abituano e si alzano presto per andare a fare la foto con l'acqua al modo di Tovel... acqua chiara come prima, e buonanotte ai suonatori.
Tanto quello che ha dato fastidio non è stato mica il gesto in sé... è stato che uolter era invidioso di non averci pensato lui.
Bacio
:)

 
At 02 novembre, 2007 21:09, Blogger Antonio Saccoccio said...

Costa poco, cara squitto. Questa è la cosa fondamentale. Pensa ai soldi che si buttano a Roma e altrove per tante sciocchezze di facciata.
un saluto e a presto!

 

Posta un commento

<< Home