LIBERI DALLA FORMA

IL PRIMO BLOG NET-FUTURISTA

domenica, febbraio 07, 2010

cosa può essere l'arte oggi

"Sarei curioso di sapere cosa accadrebbe se l'arte all'improvviso fosse riconosciuta per quello che è, un'esatta informazione, cioè, del modo in cui va predisposta la psiche per prevenire il prossimo colpo delle nostre estese facoltà".
La grande intelligenza e l'insuperata sensibilità di M. McLuhan è tutta in questa affermazione, che potrebbe essere sottoscritta da tutti i movimenti più significativi dell'ultimo secolo, dal Futurismo a Dada, da Fluxus e la Conceptual Art fino al Net.Futurismo.
Oggi dobbiamo "costringere" tutti gli individui a riflettere sulla continua estensione del nostro corpo per mezzo delle nuove tecnologie. Dobbiamo riuscire ad immensificare il nostro corpo e non a mortificarlo. Dobbiamo essere ogni giorno più vivi e più umani grazie ai nuovi media.
Antonio Saccoccio

Etichette: , , , , , ,

3 Comments:

At 07 febbraio, 2010 18:43, Blogger ax-e2mr said...

noi siamo consci delle possibilità offerte dalle neotecnologie, e questa consapevolezza è sempre più estesa!
In guardia però da una vuota deriva tecnocratica che agevolmente s'insinua nella società presentista.

adF!

 
At 12 febbraio, 2010 23:09, Blogger Paolo Ciccioli said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
At 01 settembre, 2010 10:37, Anonymous Anonimo said...

Dove va l'arte oggi?Credo si debba riflettere un attimo prima di rispondere curandosi solo dei propri gusti personali.
E' innegabile che non abbiamo più il mondo e il modo di pensare e l'animo della civiltà ellenica dunque sarebbe deviante cercare di riproporre l'arte in stile ellenico oggi.Balzando molto in avanti,anche l'espressionismo quale esasperata ricerca delle emozioni tradotte in arte è fuori dai giorni d'oggi dove invece ciò che stiamo vivendo è la globalizzazione.Ecco allora la chiave per decifrare e capire dove va l'arte oggi e individuare i veri artisti contemporanei.Oggi chi punta sugli effetti di questa globalizzazione in modo artistico rispecchia i nostri tempi e dunque è lì che è l'arte d'oggi, che piaccia o meno.

 

Posta un commento

<< Home